Come ricaricare N26

Per ricaricare il conto di N26 in Italia è possibile ricorrere a due strade: l’utilizzo di CASH26 o il bonifico bancario.

Con un bonifico bancario

Nel caso in cui si scelga di versare i soldi tramite bonifico, è essenziale che lo stesso venga eseguito in euro dentro l’area SEPA.

Tutto quello che bisogna fare è indicare l’Iban e il nome che è riportato sul documento che è stato fornito per creare il conto.

In questo modo, si è certi di poter dimostrare la propria identità; inoltre, non sono accettati i nomi aziendali nel caso di un conto N26 Business.

Scopri i Conti N26

Usando CASH26

In alternativa, per ricaricare il conto N26 è possibile anche depositare denaro attraverso CASH26, che è disponibile nel nostro Paese dallo scorso 15 maggio.

Il servizio permette di depositare, ma anche di prelevare, soldi direttamente alla cassa di un supermercato: per il momento lo si può fare nei 126 store partner Panorama e Pam.

Il prelievo con CASH26 è molto rapido e semplice: una volta che è stato eseguito l’accesso all’app del conto, dove si possono visualizzare i partner store nelle vicinanze grazie a una comoda mappa, non bisogna far altro che scegliere tra il prelievo e il deposito.

Dopo che è stato generato il codice a barre relativo, il personale addetto alla cassa lo scansione, e a questo punto l’operazione può essere portata a termine.

In virtù di CASH26, quindi, non c’è bisogno di alcuna carta da utilizzare, in quanto sia i prelievi che i depositi possono essere eseguiti, nei punti vendita che lo permettono, impiegando lo smartphone.

Addirittura, ci si può permettere di dimenticare il portafogli a casa, perché tanto non servirà.

I prelievi non possono essere superiori ai 900 euro al giorno e non prevedono commissioni: per ciascuna transazione è previsto un tetto massimo di 200 euro.

Per quanto riguarda i depositi, invece, sono gratuiti i primi 100 euro di ogni mese, mentre per quelli extra è prevista una commissione pari all’1.5%; la soglia da non superare è di 999 euro al giorno, e ogni operazione deve essere almeno di 50 euro.

Usando il conto elettronico di Paypal

Per ricaricare il conto di N26, infine, è possibile fare riferimento anche a Paypal, semplicemente trasferendo i soldi dal proprio conto elettronico.

Per prima cosa è necessario eseguire il login a Paypal, per poi recarsi sulla pagina relativa al conto; quindi si seleziona l’opzione per il prelievo e si decide dove trasferire il denaro in base alle voci che vengono proposte.

Basta seguire tutte le istruzioni che vengono fornite e inserire i dati richiesti per portare a termine la procedura: una volta confermata, i soldi vengono trasferiti.

Dopo che è stato avviato, il trasferimento di denaro non può essere annullato.

Come si vede, qualunque sia la procedura che si decide di utilizzare per ricaricare il conto di N26, il denaro di cui si ha bisogno viene messo a disposizione in modo istantaneo, a garanzia della comodità e della praticità del titolare.

Scopri i Conti N26

n26


Emanuele Tolomei

Sono un esperto di marketing e comunicazione digitale. Opero dal 2005, come formatore e responsabile di centinaia di progetti digitali personali e di altri imprenditori digitali. In questo sito, divulgo informazioni utili per chi oggi si trova di fronte alla scelta della carta di credito migliore per il suo business o la vita privata