Come ricaricare N26

Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Come ricaricare N26

Per ricaricare il conto di N26 in Italia è possibile ricorrere a tre strade: il bonifico bancario, l’utilizzo di CASH26 e PayPal.

Con un bonifico bancario

Nel caso in cui si scelga di versare i soldi tramite bonifico, è essenziale che lo stesso venga eseguito in euro dentro l’area SEPA.

Tutto quello che bisogna fare è indicare l’Iban e il nome che è riportato sul documento che è stato fornito per creare il conto.

In questo modo, si è certi di poter dimostrare la propria identità; inoltre, non sono accettati i nomi aziendali nel caso di un conto N26 Business.

Usando CASH26

In alternativa, per ricaricare il conto N26 è possibile anche depositare denaro attraverso CASH26, che è disponibile nel nostro Paese dallo scorso 15 maggio.

Il servizio permette di depositare, ma anche di prelevare, soldi direttamente alla cassa di un supermercato: per il momento lo si può fare nei 126 store partner Panorama e Pam.

Il prelievo con CASH26 è molto rapido e semplice: una volta che è stato eseguito l’accesso all’app del conto, dove si possono visualizzare i partner store nelle vicinanze grazie a una comoda mappa, non bisogna far altro che scegliere tra il prelievo e il deposito.

Dopo che è stato generato il codice a barre relativo, il personale addetto alla cassa lo scansione, e a questo punto l’operazione può essere portata a termine.

In virtù di CASH26, quindi, non c’è bisogno di alcuna carta da utilizzare, in quanto sia i prelievi che i depositi possono essere eseguiti, nei punti vendita che lo permettono, impiegando lo smartphone.

Addirittura, ci si può permettere di dimenticare il portafogli a casa, perché tanto non servirà.

I prelievi non possono essere superiori ai 900 euro al giorno e non prevedono commissioni: per ciascuna transazione è previsto un tetto massimo di 200 euro.

Per quanto riguarda i depositi, invece, sono gratuiti i primi 100 euro di ogni mese, mentre per quelli extra è prevista una commissione pari all’1.5%; la soglia da non superare è di 999 euro al giorno, e ogni operazione deve essere almeno di 50 euro.

Usando il conto elettronico di Paypal

Per ricaricare il conto di N26, infine, è possibile fare riferimento anche a Paypal, semplicemente trasferendo i soldi dal proprio conto elettronico.

Per prima cosa è necessario eseguire il login a Paypal, per poi recarsi sulla pagina relativa al conto; quindi si seleziona l’opzione per il prelievo e si decide dove trasferire il denaro in base alle voci che vengono proposte.

Basta seguire tutte le istruzioni che vengono fornite e inserire i dati richiesti per portare a termine la procedura: una volta confermata, i soldi vengono trasferiti.

Dopo che è stato avviato, il trasferimento di denaro non può essere annullato.

Come si vede, qualunque sia la procedura che si decide di utilizzare per ricaricare il conto di N26, il denaro di cui si ha bisogno viene messo a disposizione in modo istantaneo, a garanzia della comodità e della praticità del titolare.


Articoli correlati
Coupon Revolut: ottieni subito 10 euro di bonus
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Tempo richiesto: 5 minuti. I passaggi per ottenere il bonus di 10€ da Revolut sono molto semplici. Seguili e ricevi il coupon immediatamente Iscriviti Il re…
Hype vs N26: prepagate a confronto
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Nel panorama delle carte di credito prepagate online se ne possono individuare due che si sono contraddistinte particolarmente per la loro ve…
IT AUCTION: il 70% è di Neprix, Gruppo Illimity
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Con un comunicato uscito poche ore fa’, il Gruppo Illimity ha reso nota l’acquisizione di IT Auction da parte Neprix, per il 70% delle quote, pari a €10,5M….
Scopri Revolut al RevRally di Bologna il 19 Novembre
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Domani a Bologna all’Ex Forno MAMbo, Via Don Giovanni Minzoni 14/E, 40121 Bologna, si terrà il RevRally, l’incontro speciale (ovviamente grat) creato da Re…
Amazon Carta Cashback: Rewards Visa Signature Card
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
E’ proprio così, anche Amazon sta per arrivare sul nostro mercato con una offerta che se non sbaraglierà, comunque metterà in seria difficoltà altre carte c…
A cosa servono i 3 numeri nella parte posteriore delle carte di Credito?
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Questi 3 numeri vengono identificati, a seconda del circuito di pagamento, come CVV o CVC, ossia rispettivamente Card Verification Value e Card Verification…
Come inviare denaro in America
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
I rapporti commerciali tra l’Italia e gli Stati Uniti sono sempre più stretti e non è raro che anche i privati si trovino nella situazione di dover inviare…
STOP ai Contanti e Via alle Carte di Credito
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Non so se sia sempre un bene… Ma è evidente che questo ultimo anno e mezzo ha inciso definitivamente sul cambio passo rispetto all’uso dei sistemi di paga…
Trasferire soldi da Yap a Hype
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . 10 commenti
Tempo richiesto: 5 minuti. Hype non è solo una semplice carta, ma un vero conto bancario. Per cui è possibile ricaricare Hype in pochi semplici passi, a con…
Gestione del debito, cos’è..
Scritto da Emanuele Tolomei. Pubblicato in . Lascia un commento
Si parla di gestione del debito quando un’azienda, trovandosi in crisi economica, si affida a terzi, specializzati in questo speciale ambito finanziario, pe…
Torna su